fbpx

Tartaday a Numana: liberazione delle tartarughe

Avete mai sentito parlare di Tartaday? Be’ nemmeno io lo conoscevo fino a poco tempo fa!

La prossima estate andrò in vacanza nelle Marche, nel Conero e, documentandomi per cosa fare e cosa vedere, ho scoperto una cosa che voglio condividere con voi.

Il Tartaday a Numana

Ho scoperto che Numana è un po’  il paese delle tartarughe marine. Ogni estate a Numana turisti e non, partecipano alla liberazione in mare delle tartarughe curate e riabilitate durante l’anno.

Si parte nel pomeriggio dal porto di Numana con una piccola nave. Si arriva quindi nella zona di Numana Alta, dove tra la Spiaggiola e la Spiaggia dei Frati, nella Caletta delle Tartarughe,  le tartarughe salvate possono nuotare e riprendere confidenza con il mare dopo il periodo di riabilitazione.

Il Tartaday, oltre ad essere un giorno felice, è soprattutto finalizzato alla salvaguardia delle tartarughe dell’Adriatico. Le tartarughe sono a rischio di estinzione a causa di catture accidentali, traffico nautico, inquinamento (soprattutto di plastiche) e scomparsa dei siti di nidificazione. Gli esemplari che ritrovano la libertà il giorno del Tartaday sono infatti quelli che, durante l’inverno, restano impigliati nelle reti da pesca lungo le coste marchigiane ed emiliane.

Inoltre, in attesa del Tartaday, si fanno una serie di evente preparatori volti anche alla sensibilizzazione delle persone. Basta poco, come smettere di buttare cose sulle spiagge. Tutti possiamo fare la differenza, non solo per le tartarughe, ma per il mare intero!

Come partecipare

Tutti possono partecipare previa prenotazione su questo sito  dove verrà pubblicato il calendario di liberazione che prevende varie date durante tutta l’estate.

Se anche non passerete le vostre vacanze nel Conero magari potrete pensare di fare una gita per scoprire il mondo delle tartarughe e vederle riprendere il mare guarite… Sperando di rivederle solo libere nel mare!

Spero davvero che ci sia una data mentre sarò da quelle parti, mi piacerebbe moltissimo partecipare, anche perchè, non ho mai visto una tartaruga marina libera nel mare.

Ti è piaciuto? Condividi per favore 🙂

6 pensieri riguardo “Tartaday a Numana: liberazione delle tartarughe

  • 20/03/2019 in 11:10
    Permalink

    Da marchigiana sono molto felice di leggere che passerai le tue vacanze estive sulla riviera del Conero, non ne rimarrai delusa! 🙂
    Non perderti la Spiaggia delle Due Sorelle, anche se ad agosto è sempre molto affollata e se posso darti un consiglio è quello di andare la mattina presto e di non sistemarti nella parte più vicina all’acqua perché la spiaggia è stretta e ogni volta che partano i traghetti dal porto di Ancona (2 volte al giorno), si creano delle onde anomale che investono la prima parte di spiaggia. Te lo dico per esperienza personale, ci avevano avvertiti sul traghetto, ma non c’era oggettivamente spazio per tenersi lontani dalla prima fascia di spiaggia e alla fine siamo tornati a casa con gli asciugamani zuppi. :'(
    Vorrei consigliarti altri luoghi da vedere, come il Summer Jamboree a Senigallia, la casa di Leopardi a Recanati, ecc ecc… ma probabilmente sei già informata su tutto. Intanto buona organizzazzione per questo viaggio!

    Risposta
    • 21/03/2019 in 11:54
      Permalink

      in realtà mi servirebbero molti consigli, soprattutto su spiagge magari un po’ meno affolate!

      Risposta
  • 20/03/2019 in 12:50
    Permalink

    Sono tra gli animali marini che più mi affascinano. Fare un’immersione e non vederle mi lascia un pò l’amaro in bocca. In Italia non le ho ancora avvistate in mare e spero che in un futuro prossimo riescano a riprodursi sempre più. Benvengano i centri di recupero che svolgono un lavoro fantastico.

    Risposta
  • 22/03/2019 in 14:47
    Permalink

    Che bell’esperienza deve essere, grazie per averne parlato! 🙂

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *