fbpx

Estate 2020 in Lombardia: Lago di Como e Valtellina

Ciao Viaggiatori, non sappiamo esattamente cosa succederà nei prossimi mesi, ma l’ipotesi di dover passare le vacanze all’interno della regione di appartenenza non è più così improbabile… Ecco perchè voglio fare un paio di proposte per passare l’estate 2020 in Lombardia, giusto nel caso in cui le porte dei confini regionali non riaprano.

Estate 2020 in Lombardia: cosa fare

In Lombardia ci sono davvero tante cose da fare, ma purtoppo non c’è il mare, questo è vero, ma ci sono laghi. Non posso parlare di quello che non conosco quindi mi limito a darvi un po’ di consigli sul Lago di Como e sulle montagne della Valtellina. Ovviamente abbiamo anche le montagne della bergamasca, il lago di Garda, il lago Maggiore, il lago d’Iseo, ma siccome non sono zone che frequento, come ho detto, non posso darvi consigli su quello che non conosco.

I Borghi del Lago

Tra le cose che potete fare in una ipotetica estate 2020 in Lombardia, c’è ovviamente visitare il lungo e in largo il lago di Como. Il Lago di Como è molto grande, lungo le sue sponde ci sono davvero molti borghi e paesini degni di nota. Il più famoso di tutti è Bellagio, che sta proprio nel mezzo ed è raggiungibile da vari punti del lago stesso. Varenna, Ossuccio e l’Isola Comacina  sono altri due luoghi da non perdere, così come Lenno. Ma non sono gli unici, ecco qui tutti i miei suggerimenti nell’articolo sui paesi più belli del lago di Como. Ma il lago non sono solo borghi. Ovunque potete scoprire qualcosa di nuovo, come la Riserva del Pian di Spagna e Dascio,che poi è dove passo io le mie vacanze quando non viaggio e i week-end da tanti anni.

I lidi lacustri e i fiumi

In parecchi punti del lago ci sono lidi, attrezzati come quelli del mare. Sdraio, ombrelloni, spiagge di sabbia. Ce ne sono davvero molti lungo il lago. Uno di quelli che frequento è sul Lago di Mezzola, ma se non volete arrivare fino a lì vi consiglio questi: il Lido di Lenno, quello di Colico, quello di Fageto, Lido Villa Olmo. Se volete sapere qualcosa in più e i numeri di telefono li trovate tutti qui.

Consigli per fare il bagno nel lago

Attenzione però, fare il bagno al lago non è come fare il bagno nel mare. Il lago non ha la salsedine, cosa che lo rende insidioso perchè è molto più difficile stare a galla. Fate molta attenzione a dove fate il bagno, se non si tratta di un lido attrezzato dove è presente un bagnino. State attenti che non sia una spiaggia non balneabile per alta presenza di carica batterica dovuta agli scarichi, ma soprattutto, fate attenzione alle correnti e ai mulinelli. L’acqua è molto più fredda che al mare e si possono facilmente avere crampi. Insomma, al lago non si scherza, quindi state vicino alla riva o andate nei lidi, o al massimo, se volete fare il bagno da una barca, usate sempre un salvagente a cui aggrapparvi in caso di bisogno. Non rischiate! Altra cosa: per entrate nel lago usate sempre delle scarpine, purtroppo è molto facile ferirsi con vetri rotti o con molluschi che ricoprono il fondo, e poi siamo onesti, il fondo melmoso non è piacevole sotto i piedi.

La foce dell’Adda

Detto questo, permettetemi di parlare anche di fiumi. La foce dell’Adda ad esempio, è un vero paradiso, non tanto per fare i bagno ma per avvistare uccelli. In quella zona infatti, gli appassionati di ornitologia si riuniscono per fare birdwatching. La foce dell’Adda è visitabile fino allo sbocco nel lago solo con delle guide, perchè è una riserva integrale. Vi racconto qui come vedere la foce dell’Adda.

Cultura sul Lago di Como

Pensate che ci siano solo acqua e lidi? Non è così.

A Dongo c’è un museo sulla Seconda Guerra Mondiale, perchè in questi luoghi si è svolto un importante capitolo della fine della Seconda Guerra mondiale, ecco perchè a Dongo c’è un Museo sulla fine della Guerra, se invece volete sapere qualcosa di più, ecco qui quello che dovete sapere su Dongo.

A Mandello del Lario c’è il Museo della Moto Guzzi, per scoprire la storia di questo storico marchio, che è onestamente davvero una tappa imperdibile per amanti delle moto.

Se decidete di fare una gita a Bellagio, ricordatevi che lì c’è anche il Museo degli strumenti Nautici.

Oltre a quetso sono tantissime le ville famose visitabili, come ad esempio la Villa del Balbianello che è un bene FAI visitabile.

Cascate Acquafraggia

Se proprio dei laghi non ne volete sapere, allora potreste voler stare seduti tranquilli su una sdraio mentre l’acqua di una cascata vaporizza acqua fresca su di voi. Questa meraviglia sono le Cascate dell’Acquafraggia, si trovano a Piuro, dopo Chiavenna. Ho passato qualche pomeriggio da quelle parti e vi assicuro che quando fa un caldo da morire questa cascate sono una vera pacchia.

Abbazia di Piona e Castello di Vezio

Ultimo consiglio culturale che vi lascio prima di palrare della Valtellina sono l’Abbazia di Piona e il Castello di Vezio. Entrambi i luoghi offrono una vista panoramica bellissima sul lago. L’Abbazia di Piona è una vera e propria abbazia dove ci sono frati che… produno un ottimo limoncello. Il Castello di Vezio è un vero castello medievale ed è famoso per la falconeria, potrete vedere spettacoli di falconeria davvero spettacolari,

La Valtellina

Poco distante da lì, inizia la vera Valtellina. La Valtellina è un territorio straordinario e sinceramente, se davvero non si potrà uscire dalla regione, probabilmente è lì che andrò. Ci sono dei laghi anche lì, i laghi del Cancano, ci sono i passi più famosi della zona, lo Stelvio e il Gavia, che manco a dirlo, quest’anno forse vedremo a Ottobre durante il Giro d’Italia, altrimenti anche loro li vedremo l’anno prossimo. C’è Livigno, un paradiso tra le montagne valtellinesi, paradiso per gli acquisti. Ma ci sono anche i forti della guerra, come il forte di Oga. Tutti questi consigli li trovate riassunti con i vari link per visita in questo articolo sulla Valtellina. Ah sì, forse non sapete che nelle montagne Valtellinesi ci sono anche dele incisioni rupestri di epoca preistorica.

Le città

Non posso non citare le più grandi città lombarde vicino a me. Ho molti consigli da darvi su itinerari a Milano, Monza, Bergamo. Inoltre, se passate le vacanze sul lago non potete non fare un giro a Montevecchia, che è davvero un bellissimo luogo a metà strada tra Milano e Lecco, pieno di vigneti, ottimi formaggi e salumi e una bella vista.

Insomma, spero di avervi convinto che se anche le porte della regione non si dovessero riaprire, passare l’Estate 2020 in Lombardia non sarà una cosa drammatica.

Ti è piaciuto? Condividi per favore 🙂

14 thoughts on “Estate 2020 in Lombardia: Lago di Como e Valtellina

  • 06/05/2020 in 13:41
    Permalink

    Se non si potranno superare i confini regionali mi sa che sceglierò le montagne del Piemonte, altrimenti la Valtellina mi sembra un’ottima soluzione. Ci sono stata parecchie volte e ci tornerei volentieri: paesaggi stupendi, ottimo cibo e tanto relax!

    Rispondi
    • 06/05/2020 in 18:39
      Permalink

      Sì idem. Io ho la fortuna di avere una casa sul lago di Como, proprio in alto, quindi non lontano dalla Valtellina. Perciò male che vada si sta qui.Però vorrei tanto andare in Val Pusteria, visto che ci dovevo andare a Maggio e ho spostato a fine luglio.

      Rispondi
  • 07/05/2020 in 10:38
    Permalink

    Pensa che ci sarei dovuta andare poco dopo la chiusura in Valtellina. Sarebbe stata la prima volta per me ma ovviamente è saltato tutto causa restrizioni. Però mi è rimasto come desiderio e spero presto si possa riprendere a spostarsi liberamente!

    Rispondi
  • 27/05/2020 in 00:28
    Permalink

    Potrebbe essere davvero una splendida idea quella di passare l’estate in Lombardia! E’ una regione splendida e le cose da vedere sono tantissime!

    Rispondi
    • 27/05/2020 in 08:58
      Permalink

      Sì, è il momento giusto per esplorare il nostro paese per benino. Lo snobbiamo sempre troppo!

      Rispondi
  • 27/05/2020 in 08:04
    Permalink

    Bellissimo articolo, molto esaustivo e pieno di idee utili per scoprire la Lombardia! Insomma se non si potrà andare in giro, almeno scopriamo le nostre regioni!

    Rispondi
    • 27/05/2020 in 08:59
      Permalink

      Infatti, c’è così tanto da vedere, e alla fine finisce sempre che diciamo ” ma sì, tanto posso andare quando voglio perchè è vicino” ma poi non lo facciamo mai!

      Rispondi
  • 27/05/2020 in 18:52
    Permalink

    Io sono Pugliese ma al mare in estate preferisco i grandi laghi che ho visto su al Nord.
    Mi piace il verde che lo circonda, le montagne che si specchiano nelle limpide acque.
    Ci tornerei subito.

    Rispondi
    • 28/05/2020 in 13:50
      Permalink

      allora ti aspettiamo a braccia aperte, se non hai troppa paura del virus!

      Rispondi
  • 03/06/2020 in 06:06
    Permalink

    Sto visitando un sacco di posti in Lombardia, ho guardato subito il lato positivo ed essere solo noi “turisti regionali” mi ha permesso di fare tante cose che altrimenti con il pienone erano poco gestibili (vedi lago di Como)

    Rispondi
    • 03/06/2020 in 09:03
      Permalink

      Sì, sono d’accordo, questo vale un po’ in tutta Italia in effetti. vediamo che succede poi dal 15 quando riaprono le frontiere.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *