Islanda

Itinerario di 7 giorni in Islanda del Sud

Itinerario di 7 giorni in Islanda del Sud

Ti piacerebbe fare un viaggio indimenticabile in Islanda? lo ho realizzato questo sogno e sono pronta a condurti lungo il mio itinerario di 7 giorni in Islanda del Sud con tante info pratiche.

Itinerario 7 giorni in Islanda del Sud

Tieni presente che quello che sto per descriverti è un itinerario percorso in estate, in inverno le condizioni sono molto diverse e dovrai valutare in modo diverso il tuo viaggio!

Ecco cosa non devi assolutamente perderti nel tuo itinerario di 7 giorni in Islanda del Sud:

  • Kirkjufell, la montagna iconica che appare in Game of Thrones 
  • Il promontorio di Skalasnagi con il suo faro pittoresco. È un luogo bellissimo dove potrai anche avvistare uccelli marini.
  • Geysir, dove il geyser Strokkur erutta ogni 5-10 minuti.
  • Gullfoss, una maestosa cascata a due salti nel fiume Hvítá.
  • Solheimasandur, dove vedrai i rottami di un aereo, un DC-3 americano. 
  • Il promontorio di Dyrhólaey, dove in estate potrai vedere i Pulcinella di Mare 
  • Jökusárlón, una laguna glaciale e la vicina Diamon Beach
  • Il Canyon di Fjagrárgljufur, set di molte scene di Game of Thrones.
  • Reynisfjara, una bella spiaggia di sabbia nera con scogliere di basalto colonnare e grotte marine. 
  • Skógafoss, una delle cascate più spettacolari d’Islanda con una larghezza di 25 metri e una caduta di 60 metri.

Giorno 1 – Arrivo in Islanda e Reykjavik

La prima tappa del tuo viaggio in Islanda sarà sicuramente la capitale Reykjavik

Cosa vedere

Se hai poche ore ti consiglio di andare direttamente a vedere il simbolo di Reykjavik: la Hallgrimskirkja, la chiesa luterana più grande d’Islanda.

Se vuoi, sali sulla torre campanaria per godere di una vista spettacolare a 360° sulla città.

Se hai ancora un po’ di tempo, il centro di Reykjavik è ricco di caffè, ristoranti, negozi e musei.  Cammina quindi lungo Laugavegur, la via dello shopping, o fermati al porto di Reykjavik.

Alloggio: io ho dormito al Grandi by Center Hotels

itinerario di 7 giorni in islanda del sud
Hallgrimskirkja

Giorno 2: La penisola di Snæfellsnes

Il secondo giorno del tuo itinerario di 7 giorni in Islanda del Sud ti porterà alla scoperta della penisola di Snæfellsnes, una delle zone più spettacolari d’Islanda. 

Questa penisola, situata nella parte occidentale dell’isola, è un vero e proprio paradiso naturale.

Ti consiglio di pernottare qui due notti: una dopo la tappa di avvicinamento da Reykjavik e una dopo il giro della penisola. Scegli una Guest House all’inizio della Penisola per essere più comodo nella tua esplorazione.

Ci vorrà infatti una giornata intera per fare il periplo di questa penisola, considerando il tempo di stop nei vari punti di interesse.

Alloggio: io ho dormito alla Guest House Langaholt . Se sceglierai di dormire qui non devi assolutamente perderti una passeggiata nella spiaggia vicino alla guest house, ne vale davvero la pena!

Cosa vedere nella penisola di Snæfellsnes

Stykkisholmur

Si tratta di un pittoresco villaggio di pescatori con un bel porto e una maestosa formazione basaltica sopra la quale sorge un bel faro. 

Vale la pena salire e ammirare il paesaggio da lassù. 

Kirkjufell

La prima tappa iconica del viaggio sarà la montagna Kirkjufell, una delle più fotografate d’Islanda. 

Con i suoi 463 metri d’altezza, questa montagna è diventata famosa in tutto il mondo dopo essere apparsa nella serie TV Il Trono di Spade. 

Per ammirare Kirkjufell nel suo profilo migliore ti consiglio di percorrere il sentiero che porta alla cascata Kirkjufellsfoss, lì lo vedrai dalla sua prospettiva più famosa

itinerario di 7 giorni in islanda del sud
Kirkjufell

Promontorio di Skalasnagi

Proseguendo lungo la strada raggiungerai il promontorio di Skalasnagi dove svetta un faro risalente al 1947. Da qui potrai goderti una vista spettacolare sull’oceano e, con un po’ di fortuna, avvistare balene e foche.

Tieni presente che potrai raggiungere il faro solo con un mezzo 4X4. 

Il promontorio, oltre ad essere estremamente panoramico, ti permetterà anche di vedere uccelli che nidificano sulle scogliere. La distesa di lava che si attraversa per raggiungere questo faro poi è davvero mozzafiato.

Djúpalónssandur, la spiaggia nera

Ultima tappa dell’esplorazione di questa penisola è la spiaggia nera di Djúpalónssandur con le sue belle formazioni di lava nera.

Lungo la spiaggia si vedono ancora i rottami del motopeschereccio inglese Eding, che naufrgò su questa spiaggia nel 1948.

Probabilmente mentre ti muoverai da una tappa all’altra ti verrà voglia di fermarti ad ammirare qualche insenatura o paesino. Se il tempo te lo permette fallo!

Giorno 3 – Geysir e Gullfoss

Il terzo giorno del tuo itinerario di 7 giorni in Islanda del Sud è dedicato alle cascate e ai geysir, alzati presto perchè la strada da fare in questa tappa non è poca.

Inizierai visitando il famoso Geysir, che dà il nome a tutti i geysir del mondo. Non farti ingolosire da altre tappe intermedie vai diretto a Geysir, la strada da fare è molta oggi!

Geysir in realtà non erutta da tantissimo tempo, ma il vicino geysir Strokkur erutta ogni 5-10 minuti, con getti d’acqua fino a 20 metri di altezza.

Dopo aver visto i geysir, dirigiti verso la maestosa cascata di Gullfoss, una delle cascate più spettacolari d’Islanda, grazie al fiume Hvitá che scorre in una gola profonda per poi precipitare in una cascata a due salti. 

itinerario di 7 giorni in islanda del sud
Gullfoss

Puoi fare una passeggiata fino al bordo della gola per avere una vista migliore della cascata e dei suoi dintorni. Lungo il sentiero troverai alcune piattaforme panoramiche che offrono scorci unici sull’area. 

Dopo aver ammirato la cascata raggiungi la tua tappa per la notte, che sarà lungo la Ring Road a sud, senza fare altre tappe intermedie.

Io ho alloggiato presso Anna Country Hotel. Qui potrai scegliere tra camere e appartamenti.

Giorno 4 – Il sud fino a Höfn

Il quarto giorno del tuo itinerario di 7 giorni in Islanda del Sud ti porterà verso est, fino alla cittadina di Höfn. Lungo la strada, farai alcune tappe per ammirare alcuni dei luoghi più spettacolari dell’Islanda.

Alzati molto presto perché le tappe oggi sono davvero tante!

Solheimasandur e i rottami dell’aereo

Fermati nella spiaggia nera di Solheimasandur, dove potrai vedere quello che resta di un aereo Douglas DC-3, abbandonato sulla spiaggia dal 1973.

itinerario di 7 giorni in islanda del sud

È un luogo suggestivo dove scattare foto uniche nel loro genere, non capita spesso di vedere la carcassa di un aereo!

Per arrivare all’aereo dovrai calcolare 7 km di camminata, per cui saranno circa 30 minuti all’andata e 30 al ritorno. In alternativa, se sei stretto ci tempi, puoi sfruttare il passaggio sul transfer che fa avanti e indietro dal parcheggio

Il passaggio è costoso, ma ti consiglio di sfruttarlo perché ti farà risparmiare tempo prezioso, oggi dovrai vedere molte cose. 

Promontorio di Dyrhólaey e Pulcinella di Mare

Il promontorio di Dyrhólaey è un luogo ideale per avvistare Pulcinella di Mare e altri uccelli marini durante la stagione riproduttiva, da maggio ad agosto. 

Potrai anche ammirare meravigliose scogliere e un arco di pietra davvero mozzafiato.

Jökusárlón, la laguna glaciale

La laguna glaciale di Jökulsarlón è uno dei luoghi più spettacolari d’Islanda, con enormi iceberg galleggianti e foche che nuotano beate nell’acqua. 

È possibile fare un’escursione in barca tra gli iceberg o semplicemente passeggiare lungo la riva della laguna, ammirando il paesaggio.

Ti consiglio caldamente di prenotare un’escursione sul mezzo anfibio, nel tardo pomeriggio, in modo da sfruttare la giornata per le tappe precedenti. 

Prenota assolutamente almeno un paio di mesi prima di andare, se non anche prima, come puoi immaginare i posti finiscono in fretta.

Dopo la visita alla laguna, lascia l’auto al parcheggio per non pagare due volte e vai a piedi verso la Diamond Beach dove vedrai gli iceberg che piano piano si sciolgono sulla spiaggia nera. Un vero spettacolo!

Raggiungi quindi il tuo alloggio per la notte. Io ho scelto la guest house Brunnholl.

Giorno 5 – Da Höfn si torna indietro

Questa tappa dell’itinerario di 7 giorni in Islanda del Sud ti farà tornare indietro verso la penisola di Reykjanes, ma non la raggiungerai ancora, pernotterai lungo la Ring Road poco prima di entrare nella penisola. 

La tappa di oggi ti permetterà di fermarti nei luoghi che non avrai visto il giorno prima. 

Canyon di Fjaðrárgljufur

Il canyon di Fjaðrárgliúfur è un profondo canyon di circa 100 metri lungo un paio di chilometri, formato dall’erosione del fiume Fjaðrá. Anche questo luogo è stato il set di un paio di stagioni di Game of Thrones. 

Il canyon è davvero pittoresco e non devi assolutamente perderlo.

Un sentiero di circa 2 km ti permette di esplorare il canyon e godere di splendide viste sulle pareti rocciose.

itinerario di 7 giorni in islanda del sud

Reynisfjara, la spiaggia di sabbia nera

Dal canyon vai verso la spiaggia più pericolosa d’Islanda: Reynisfjara.

È una bella spiaggia di sabbia nera, nota per le sue onde potenti e pericolose e per le formazioni rocciose insolite, in particolare noterai le bellissime scogliere con colonne di basalto che rendono unica questa spiaggia.  

come dicevo, questa spiaggia è bella ma piuttosto letale… E’ stata infatti classificata come la spiaggia più pericolosa d’Islanda, quindi presta attenzione e rispetta quanto segnalato dal cartello all’inizio della spiaggia

Alcuni semafori indicano chiaramente quali zone della spiaggia sono accessibili in funzione del meteo. 

Davvero, non farti tentare ad andare più in là del consentito, anche quando il mare è calmo. Le onde possono arrivare improvvisamente e sono molto insidiose. Si allungano radenti alla spiaggia spazzando via tutto quello che incontrano, te compreso

Negli anni sono stati molti gli incidenti per cui ascolta le indicazioni di chi vive in Islanda e sa cosa può succedere: non oltrepassare le aree chiuse. 

Cascata di Skógafoss

La cascata di Skógafoss, con una caduta di 60 metri, è una delle cascate più famose e imponenti dell’Islanda

Potrai ammirarla dal basso oppure salire una serie di gradini fino alla cima della cascata per ammirare il panorama dall’alto. 

Sulla destra della cascata si può vedere l’Eviafjallajökull, il vulcano che ha eruttato nel 2010 bloccando il traffico aereo in gran parte dell’Europa.

Per l’alloggio scegli una vera fattoria islandese: www.thegarage.is 

itinerario di 7 giorni in islanda del sud

Giorno 6 – Blue Lagoon e penisola di Reykjanes

Il sesto giorno del tuo itinerario in Islanda sud-occidentale è dedicato alla penisola di Reykjanes, la parte più meridionale dell’Islanda.

La mattina ti servirà per raggiungere l’hotel per il pernotto, ma nel pomeriggio consiglio di concederti una mezza giornata di relax alla Blue Lagoon.

Questa famosa laguna geotermica si trova a soli 20 minuti dall’aeroporto di Keflavik, quindi è l’ideale sia per il primo che per l’ultimo giorno del tuo viaggio.

La Blue Lagoon è alimentata da acque geotermali ricche di silice, solfato, cloruro di sodio e potassio, calcio e magnesio. L’acqua ha proprietà curative e la temperatura media è di 38-39°C.  

Ecco alcuni consigli per la visita: 

  • Prenota i biglietti in anticipo sul sito ufficiale (https://www.bluelagoon.com/book/guests)  per evitare lunghe code. Puoi scegliere tra diversi pacchetti, da quello base a quelli che includono un massaggio o una cena. Visti i costi scegli il pacchetto base… 
  • Porta il costume da bagno, un accappatoio e ciabatte. Noleggia un accappatoio e un telo se non vuoi portarli tu (visto il costo però se ti ci sta in valigia portalo!)
  • Fai attenzione sul fondo della laguna, alcune zone hanno rocce scivolose.
  • Se puoi evita di bagnare i capelli, togliere la silice è davvero un’impresa
itinerario di 7 giorni in islanda del sud

Per il pernotto dormi vicino all’aeroporto, io ho scelto l’hotel Konvinn. Dormire in zona aeroporto è una cosa saggia per ridurre al massimo i tempi di transito vero l’aeroporto. Questo hotel in particolare dispone di navette che portano gratuitamente gli ospiti in aeroporto e permette di fare colazione fin dalle 4 della mattina.

Insomma, se anche tu come è capitato a me avrai un volto molto presto al mattino, è proprio un hotel con servizi pensati in questo senso.

Giorno 7 – Souvenir dall’Islanda

In genere l’ultimo giorno si parte molto presto oppure si ha solo mezza giornata prima del volo. Se hai tempo potresti provare un’altra SPA rilassante presso la Sky Lagoon oppure fare un giro della penisola di Reykjanes per ammirare altre maestose scogliere. 

Souvenir dall’Islanda

Se vorrai portare con te un ricordo del tuo viaggio ti consiglio di scegliere uno dei tipici maglioni di lana islandesi o comunque qualcosa fatto in lana locale.

L’Islanda è famosa per la sua lana di alta qualità. Puoi acquistare maglioni, sciarpe, cappelli o altri accessori in lana. Sono  tipici, caldi, morbidi e duraturi. Non troverai in giro molti negozi a dire il vero, ma spesso trovi questi capi in vendita nelle guest house, oppure presso i negozi nei siti più famosi dell’isola o in aeroporto.

Guidare in Islanda e noleggiare l’auto

Sicuramente il modo migliore per girare l’Islanda è noleggiare un’auto, siccome le cose da sapere sono molte, ho scritto un articolo appositamente per questo, con info pratiche anche per fare benzina.

In questo articolo trovi una guida dettagliata di tutto quello che c’è da sapere per guidare in Islanda e noleggiare un’auto. 

itinerario di 7 giorni in islanda del sud
RingRoad

Mangiare in Islanda

L’Islanda è un paese meraviglioso ma davvero costoso.

I ristoranti sono carissimi e si mangia principalmente pesce o carne di pecora. Nelle Guest House e hotel che ti ho segnalato c’è sempre anche un ristorante. Se puoi scegli appartamenti o comunque luoghi in cui avrai una cucina a disposizione.

Io l’ho trovata in un paio di occasioni e avevo portato dall’Italia apposta delle buste di risotto preconfezionato (quelle in cui si deve solo far bollire tutto in acqua). E’ stato un ottimo modo per mettere tutto comodamente in valigia e risparmiare qualcosa, e non erano nemmeno così orrende come gusto…

Naturalmente se sai già di avere cucina potrai fermarti nei supermercati a fare la spesa e cucinare in autonomia.

Il mio consiglio è di non comprare mai acqua in bottiglia, porta un paio di borracce capienti e riempile in hotel o appena puoi, l’acqua è davvero molto buona ovunque.

Supermercati

La catena più economica si chiama Bonus, ha un logo giallo con un maiale rosa, in alternativa ottimi anche i supermercati Kronan o Netto.

Tieni presente che i supermercati ci sono solo e unicamente nelle città e nei paesi più grandi, così come i benzinai. Dovrai quindi calcolare quando fermarti a fare la spesa e far benzina per la giornata per non restare senza pranzo o a secco.

Noi per il pranzo ci siamo organizzati fermandoci appunto nei supermercati a comprare dei panini pronti preconfezionati, che comunque non erano affatto male. Sinceramente visto il costo dei ristoranti, mangiare fuori pranzo e cena era impossibile. In questo modo oltretutto si risparmia tempo che si dedica poi alla visita delle varie cose.

Soldi e cambio valuta

In Islanda non ti servirà affatto cambiare i soldi. Si paga tutto con la carta, anche i bagni pubblici. Per cui davvero non sbatterti a cambiare, basterà avere una carta di credito normale per noleggiare l’auto e una ricaricabile per pagare tutto il resto.

Non mi resta che augurarti buon viaggio, e se hai domande scrivimi pure nei commenti!

L'autrice

Piacere di conoscerti! Sono Beatrice, istruttrice di trekking, blogger, content creator e autrice di guide escursionistiche. 

Lascia un commento

Skip to content