Alto Adige / Cadore

Fioritura di Crocus sulle Dolomiti

Fioritura di Crocus sulle Dolomiti

I Crocus, conosciuti anche come crochi o bucaneve, sono i primi fiori a spuntare in montagna dopo l’inverno; la fioritura di Crocus sulle Dolomiti è particolarmente affascinante perché i paesaggi magici di queste montagne vengono arricchiti dai colori bianchi e viola di questi bellissimi fiori.

In questo articolo  ti racconto dove andare ad ammirare la fioritura di Crocus sulle Dolomiti.

Il fiore Crocus: qualche informazione

Alla fine dell’inverno non è affatto raro vedere in montagna i crochi sbucare dalla neve. Proprio da questa loro fioritura precoce prendono anche il nome comune di Bucaneve, con cui la maggior parte delle persone conoscono questo fiore.

Va precisato però, che pur essendo spesso scambiati, sono diversi. Essi sono:

  • il Croco (Famiglia Iridaceae)
  • Bucaneve (Famiglia Amaryllidaceae)

Il Bucaneve appartiene al genere Galanthus (specie nivalis, Galanthus nivalis) e non al genere Crocus.

Esiste poi un altro fiore, molto somigliante al Crocus, che però è velenoso ma, per fortuna, facilmente distinguibile.

Si tratta parlo del Colchicum (detto anche “zafferano bastardo”, generalmente Colchicum autumnale).

Per questa precisazione in merito alla differenza tra i due fiori ringrazio il commento di Marco, che in maniera molto decisa, mi ha fatto notare un errore precedente che sono stata ben felice di amendare.

Quando vedere la fioritura di Crocus sulle Dolomiti

Ovviamente, il tempismo è importante e dipende dagli anni. In genere questi fiori fioriscono tra fine marzo e giugno. La loro fioritura dipende molto dalla temperatura e dall’altitudine: se la primavera arriva presto la fioritura inizia prima, in anni freddi ritarderà.

Ad ogni modo se tieni d’occhio i social potrai avere un’idea di quando inizia la fioritura di crochi sulle Dolomiti.

I social infatti si riempiono di foto di prati invasi da crochi e grazie alla localizzazione sopra le foto potrai anche vedere dove sono state scattate a vere un sacco di idee di luoghi in cui andare a scovarli.

Dove vedere la fioritura di bucaneve sulle Dolomiti

Ci sono davvero tantissimi posti in cui fioriscono i crochi. In effetti basta che ci sia un bel prato e li troverai. I suggerimenti quindi sono quasi infiniti. Cercherò però di dare qui alcuni suggerimenti sui punti più panoramici in cui godere della fioritura di Crocus sulle Dolomiti.

Alpe di Siusi – Val Gardena

Un grande classico delle Dolomiti: l’Alpe di Siusi in effetti altro non è che un gigantesco prato che quindi ha tutte le caratteristiche per ospitare i crochi in primavera.

Basta vedere la foto di copertina per rendersi conto di quanto possa essere panoramica una fioritura di Crocus sull’Alpe di Siusi.

Monte Avena – Parco delle Dolomiti Bellunesi

Nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi si può godere una stupenda fioritura di Crocus sulle Dolomiti. C’è una facile escursione che si può fare per andare a cercare questi fiori, ed è quella che va verso Malga Campon.

Il punto di partenza è Malga Casere dei Boschi, che si raggiunge con la strada da Pedavena verso il Passo Croce d’Aune.  Da Malga Casere dei Boschi si cammina lungo la strada asfaltata fino a Malga Campet, da cui si apre un grande altopiano che offre un bel panorama.

Dal pianoro il sentiero volge in sterrato rimanendo però in piano, fino a Malga Campon.  In questa zona nella stagione giusta c’è una vera distesa di crochi.

Prato Piazza – Val Pusteria

Prato Piazza è un altipiano collocato a 2000 metri in Val Pusteria nella zona della Valle di Braies, famosa per il Lago di Braies. Prato Piazza, come dice il nome, è di fatto una grande prato e quindi è facile immaginare come, nella giusta stagione, si possa verificare una bella fioritura di Crocus.

Da Prato Piazza poi è possibile fare una bella escursione alla scoperta del Monte Specie, da cui si gode una bella vista da una prospettiva diversa sulle Tre Cime di Lavaredo.

Prato Piazza è una escursione estremamente panoramica in qualsiasi stagione, quindi lo consiglio caldamente.

Giogo di Meltina: fioritura crocus

Tecnicamente questa zona non fa ancora parte delle Dolomiti, ma siccome qui si realizza una delle più belle fioriture di crochi, vale la pena citarlo.

Il comune di Meltina è situato su uno dei più bei pianori dell’ Alto Adige.

Il Giogo di Meltina in primavera è uno spettacolo incredibile per quello che riguarda la fioritura dei crochi. L’escursione inizia dopo aver parcheggiato l’auto nel parcheggio che si trova sulla strada che collega San Genesio a Meltina.

Di lì a poco si nota l’inizio del sentiero per il Giogo di Meltina. Si incontra prima un stagno e poi si prosegue sul sentiero n. 4 fino ad incrociare il Sentiero Europeo 5 (segnavia EFW 5). Di lì a poco i prati saranno invasi di crochi. Per tornare si possono seguire i sentieri 17A e 5.

Conosci altri luoghi magici per la fioritura di Crocus sulle Dolomiti?

L'autrice

Piacere di conoscerti! Sono Beatrice, istruttrice di trekking, blogger, content creator e autrice di guide escursionistiche. 

6 commenti su “Fioritura di Crocus sulle Dolomiti”

      • Premetto che mi sono imbattuto su questa pagina per caso.
        …il clima è “un filo impazzito”??? Sarebbe questa la ragione/spiegazione??? Sì, il clima ultimamente fa un po’ quel che gli pare…ma questa non è assolutamente una risposta convincente.
        Oltre ad essere pure io un grandissimo appassionato di montagna, sono anche un biologo, quindi conosco bene la materia.
        Mi stupisce non poco che una persona che si definisce (o è) “istruttrice di trekking”, “mountain blogger” ed autrice di guide escursionistiche (!!!) non conosca minimamente:
        1) la differenza tra Croco (Famiglia Iridaceae) e Bucaneve (Famiglia Amaryllidaceae), apparentemente sinonimi come si evince in diverse occasioni in questa pagina: SONO DUE FIORI TOTALMENTE DIVERSI, il Bucaneve appartiene infatti al genere Galanthus (specie nivalis, Galanthus nivalis) e non al genere Crocus…direi di correggere questo enorme strafalcione;
        2) l’esistenza di un altro fiore, molto somigliante al Crocus, molto velenoso ma facilmente distinguibile (PER CHI NE CAPISCE): parlo del Colchicum (detto anche “zafferano bastardo”, generalmente Colchicum autumnale), CHE INIZIA A FIORIRE PROPRIO NEL PERIODO INDICATO…probabilmente Sandra ha scambiato un Colchicum per un Crocus (con una foto si fugherebbe ogni dubbio). Questa era la risposta da dare, a parte qualche specie non presente nelle Dolomiti, il Crocus non fiorisce nel periodo pre-autunnale/autunnale.

        Al fine di evitare la pubblicazione di informazioni fuorvianti o di risposte generiche anch’esse inesatte, si dovrebbe un po’ studiare l’argomento: se certe cose non si sanno, abbiate almeno l’accortezza di documentarvi (o, ancor meglio, non pubblicatele): sono convinto che se si vuol coltivare una pagina lo si deve fare bene, altrimenti è meglio lasciar perdere.
        Ma sappiamo che i “content creators”, il più delle volte, ostentano “esperienza” pur mettendo in luce superficiali e lacunose conoscenze, continuando così ad arricchire la rete di inesattezze ed imprecisioni (come se non ce ne fossero già troppe).
        Saluti

        Rispondi
        • Gentile marco, la ringrazio per la spiegazione, come detto da lei sono istruttrice di trekking e non botanica, inoltre, lei non può saperlo ovviamente, ma questo post era stato scritto da un collaboratore del blog che adesso non lavora più con me, non è una scusante ma sarò ben felice di aggiornare l’articolo con informazioni più corrette. Detto questo, mi spiace leggere il suo ultimo attacco ai creators, solo perchè un articolo reca delle inesattezze, non si deve attaccare in questo modo, gli errori possono capitare a tutti, ma questo nulla toglie alla serietà di una persona. Immagino che anche a lei nella sua vita sia capitato di sbagliare e non penso che qualcuno l’abbia appesa ad una gogna mediatica. Detto questo, ho già corretto l’articolo citando proprio lei per il merito della correzione e la ringrazio per la segnalazione.

          Rispondi

Lascia un commento

Skip to content